RAGUSA 06 LUGLIO 2015

IL NO DEI GRECI MUTA IL CORSO DELLA STORIA

Una Nazione con millenni di cultura e tradizioni, ridotta alla fame dalla sfrenata avidità di un'accozzaglia di finanzieri senza scrupoli che pretendono di schiavizzare le Popolazioni dell'EUROZONA, rectius della Comunità Economica Europea, servendosi di politici imbelli, agenzie di rating che assegnano giudizi e valutazioni di solvibilità ad usum Delphini, banchieri e dirigenti di banche spregiudicati lautamente pagati, grazie ai quali hanno creato il " MOSTRO" BANCA CENTRALE EUROPEA, alimentato con cadenza fissa e continuativa dal prezzo che tutti i Popoli dell'U.E. paghiamo per avere una carta moneta recante una sola firma: "MARIO DRAGHI".

Risultati immagini per premier Alexis Tsipras immagini

Risultati immagini per Yanis Varoufakis e Euclid Tsakalotos IMMAGINI

Risultati immagini per Yanis Varoufakis e Euclid Tsakalotos IMMAGINIGrækenland er langt fra reddet, mener den tyske kansler Angela Merkel ...

Yanis Varoufakis e Euclid Tsakalotos Angela Dorothea Merkel

La Grecia, che mi auguro abbia già messo in moto le rotatorie della sua Zecca di Stato per ritornare alla DRACMA, con il suo voto ha onorato le sue nobili tradizioni di Popolo Sovrano Guerriero, aprendo nuovi scenari geopolitici tesi al riequilibrio delle superpotenze e schiudendo orizzonti di affrancamento dalla schiavitù e concrete speranze di libertà e benessere a tutte popolazioni europee.

La storia si ripete, il no dei Greci è il moderno "Cavallo di Troia" predestinato a spiazzare quanti seduti a scranna credono convintamente, anche se erroneamente di potere disporre delle vite altrui a proprio piacimento, puntando tutto sulla forza del vile denaro. Ancora una volta l'umanesimo ha sconfitto le rigide regole di un'economia sen'anima e ciò indipendentemente dagli esiti della vicenda che potrebbe concludersi con la vittoria dell'E.U. ed il tradimento del Popolo.

Certo sarebbe stato augurabile che Matteo Renzi, piuttosto che avere avuto un ruolo neutro nella vicenda, fosse stato lui per primo a promuovere il referendum per sanare l'inganno perpetrato in danno del Popolo Italiano con il devastante ingresso nella CEE imposto da Carlo Azeglio Ciampi e Romano Prodi.

Le riforme volute da Renzi, prima tra tutte quella elettorale, ben lungi dal favorirlo ne sanciscono il fallimento, atteso che da ora a quando si andrà a votare, continuando a permanere in questa follia dell'eurozona, la nostra condizione economica, già da Grecia al di là dei depistaggi mediatici, sarà talmente deteriorata ed i privilegi a deputati, senatori, presidenti e consiglieri d'amministrazione di enti inutili, titolari di succulenti incarichi professionali e quant'altri vampiri portatori di voti, talmente invisi al Popolo, che il partito di maggioranza assoluta non potrà che essere il "Movimento 5 STELLE", l'unico che ha avuto l'onestà di rinunciarvi per fare del bene a chi ne ha bisogno.

Risultato già previsto da Beppe Grillo, Gianroberto Casaleggio e dallo scrivente (leggasi cliccando di seguito su Idealisti puri, GRILLO e Casaleggio teste d'ariete della svolta epocale (9.3.2013); su Con l'elezione del Grillino Federico Piccitto, il Popolo Sovrano punisce ed umilia Giovanni Cosentini (69,55% contro 30,65%). (25.06.2013) e su su Matteo Renzi: un agnello nel covo dei lupi (20.04.2014).

BIAGIO SPADARO

Telefax: 0932-820060  —  cell.338.8388966 — posta elettronica:  passanitello@giustiziaesfatta.com