RAGUSA 20 maggio 2016

ADDIO MARCO PALADINO DELLA LIBERTA'

Un anticipatore della storia, un difensore degli umili, una vita di battaglie per gli altri, un formidabile garante dell'art. 27 della Costituzione, uno di noi, un fautore degli Stati Uniti d'Europa che sono cosa diversa dalla C.E.E. mistificatoriamente trasformata in U.E. che unisce solo l'alta finanza che assoggetta e divide i Popoli.

I RADICALI: un partito di persone oneste, di idealisti puri, che sotto la guida imperitura del loro "Capitano" continueranno a guardare avanti, sempre più avanti.

{} Risultati immagini per marco pannella immagini Risultati immagini per marco pannella immagini Risultati immagini per marco pannella leonardo sciascia immagini

Una sciarpa bianca e una cravatta rossa su vestito scuro. Così per l'ultimo saluto è stata vestita la salma di Marco Pannella morto ieri a Roma a 86 anni, nella sala Aldo Moro di Montecitorio dove è allestita la camera ardente. Ai fianchi della bara, rose e garofani rossi. E già in migliaia stanno sfilando per rendergli omaggio. Tra di loro anche Matteo Renzi e Laura Boldrini, l'ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ha abbracciato Emma Bonino e il capo dello Stato Sergio Mattarella. Alle 22 la salma sarà trasportata nella sede del Partito a largo Argentina per una veglia. Domani il funerale laico, con una cerimonia pubblica che si terrà in piazza Navona. Infine, Marco Pannella sarà sepolto a Teramo, sua città natale.

{}

{}

berlusca

Dopo Silvio Milazzo Crescimanno Spadaro, Modesto Sardo e Gianroberto Casaleggio anche tu mi hai lasciato, ma non l'imperituro ricordo di te nell'esaltante campagna elettorale delle politiche del 21 aprile 1996, dove mi hai voluto candidato al Senato della Repubblica, infondendomi una forza indicibile che mi ha fatto sfiorare la vittoria (3.776 voti, un primato dei Radicali a tutt'oggi imbattuto in provincia di Ragusa), scontata se avessi aderito alle lusighe degli allora esponenti di F.I. nelle cui liste, da craxiano, ero stato eletto Consigliere Provinciale. Fiero di essermi candidato con te e di poter continuare a camminare a testa alta.

Struggente la tua lettera del 22 aprile scorso a Papa Francesco "... ti scrivo dalla mia stanza all'ultimo piano, vicino al cielo, per dirti che in realtà ti stavo vicino a Lesbo quando abbracciavi la carne martoriata di quelle donne, di quei bambini, e di quegli uomini che nessuno vuole accogliere in Europa. Questo è il Vangelo che io amo e che voglio continuare a vivere accanto agli ultimi, quelli che tutti scartano...".

Mi mancherai , mi mancherà la tua appassionata ed inconfodibile voce su Radio Radicale, nel mio peregrinare per campagne, monti e mari.

Addio compagno Marco.

Biagio Spadaro Sardo

Telefax: 0932-820060  —  cell.338.8388966 — posta elettronica:  passanitello@giustiziaesfatta.com