Ragusa 09.04.2016

Caso Fera-Spadaro: la Corte d'Appello di Reggio Calabria ingiunge al Ministero della Giustizia in persona del Ministro pro tempore di risarcire l'avv. Biagio Spadaro per l'irragionevole durata del processo.

tinRisultati immagini per fera agostino immagini

Conseguentemente alla Sentenza della Corte Suprema di Cassazione con cui lo Spadaro è stato definitivamente assolto perchè "il fatto non sussiste" (leggasi la pubbl.ne n.67 del 20.09.2015) ed in accoglimento del ricorso dello stesso per equa riparazione ex L.89/2001, la Corte d'Appello di R. Calabria Sez. Civile nella persona del Cons. Delegato D.ssa Antonella Stilo, il 31.03.2016 ha condannato il Ministero della Giustizia , in persona del Ministro pro tempore a risarcirlo per l’irragionevole durata del processo ed al pagamento delle spese processuali oltre al rimborso spese generali, C.P.A. ed IVA come per Legge, con ciò dando una sonora lezione al Fera, che ben consapevole che i periodi di malattia non concorrono al computo dei termini di Legge per la prescrizione dei reati, sollecitava al P.G. pro tempore di RC. la definizione del caso assumendo che " le malattie dello Spadaro erano scandite a tempo secondo le sue esigenze" . Ma ad accertamenti eseguiti (il P.G. ne informava il Pres. della C.D.A. che si rivolgeva al Pres. del Tribunale, che chiedeva chiarimenti al Giudice), non solo lo Spadaro era stato destinatario di visite fiscali da parte di ufficiali medici della P.S. disposte in corso d'udienze, su richieste di controparte, ma in taluni casi alcune udienze erano state anticipate per impegni istituzionali del Fera.

Non si dimentichi comunque che lo Spadaro fu rinviato a giudizio nonostante legittimamente impedito ed in imminente pericolo di vita, come da intervento al cuore subito subito dopo detta udienza preliminare, come in atti.

A compensazione dei 19 anni impiegati dall'insorgenza all'esito definitivo del procedimento, bisogna riconoscere la celerità e correttezza con cui la D.ssa Stilo ha deciso, scomputando, ovviamente, i periodi di malattia. Celerità che si auspica possa essere d'esempio a tutti i Magistrati e dirigenti della P.A. al sevizio del Popolo Sovrano.

Piena soddisfazione della compagna M. Concetta Prestipino Giarritta e dei parenti stimati, delle Famiglie Spadaro - Sardo - Bertone - Floridia al completo, di gran parte degli ex consoci Lions, dei collaboratori, amici e consoci dell'U.C.C.I., del Circolo di Conversazione di Ragusa Ibla, del prestigioso circolo Gesualdo Bufalino di Comiso, degli amici e compagni di giochi della F.I.B.U.R. e della LIBERTAS e dei compagni delle appassionate lotte politiche della "picciuttanza".

Biagio Spadaro Sardo

Telefax: 0932-820060  —  cell.338.8388966 — posta elettronica:  passanitello@giustiziaesfatta.com